Jerago con Orago 30 anni all’omicida di Claudio Silvestri

silvestri

Il 21enne ivoriano Emmanuel Diakoure, processato con rito abbreviato per l’omicidio di Claudio Silvestri, è stato condannato a 30 anni di carcere.
L’ivoriano, il 5 agosto dell’anno scorso, aveva incontrato Silvestri nella zona della stazione ferroviaria di Gallarate e, secondo la ricostruzione degli inquirenti, dopo aver accettato l’invito a trascorrere il resto della serata a casa dell’italiano, Djakoure lo aveva ucciso ed era fuggito dall’abitazione di Jerago con abiti, monili e gioielli.
Il gup Nicoletta Guerrero del Tribunale di Busto Arsizio ha diminuito quella che era stata la richiesta di ergastolo avanzata dal Pm Nadia Calcaterra.
A margine della sentenza il difensore dell’imputato, ha anticipato il ricorso in appello per il suo assistito che ha ammesso i fatti e si è detto pentito di quello che ha fatto”.
Mentre il giudice leggeva la sentenza, la madre della vittima ha urlato in aula “sei un bastardo”.