Archivio settembre 2018

VARESE IL FUTURO È LA RIGENERAZIONE URBANA

Non basta lo stop al consumo di suolo, per il futuro l’obiettivo da perseguire deve essere la rigenerazione urbana.
È questo il messaggio al centro del 21° Congresso Nazionale dell’Associazione Italiana di Diritto Urbanistico, organizzato dal Centro di Ricerca sulle politiche ambientali e territoriali dell’Università dell’Insubria. La due giorni è cominciata oggi a Villa Panza e proseguirà domani a Palazzo Estense.
Il congresso si propone di formulare proposte concrete per l’evoluzione della legislazione regionale sul governo del territorio e durante i lavori sarà approvata la ‘Carta di Varese’: un documento in cui saranno sintetizzati obiettivi, strategie e dispositivi giuridici per aprire la nuova stagione dell’urbanistica regionale.

VARESE 140 OPERE CONTRO LA VIOLENZA

140 opere contro la violenza sulle donne trovano casa al Padiglione Morselli. L’esposizione sarà allestita in modo permanente nei locali del campus universitario di Varese.
A donare la mostra all’ateneo è stato il libero movimento artistico “Seguendo il filo di Arianna con Teseo o Minotauro”. L’inaugurazione della mostra è in programma venerdì 5 ottobre alle 18. Nell’iniziativa è stato coinvolto il progetto Giovani Pensatori, che nel corso di un decennio ha creato un’ampia rete di scuole varesine, che saranno protagoniste di conferenze ed eventi sulla tematica.

VARESE FOCUS SUL TRAPIANTO DI RENE

Un’occasione di confronto, aggiornamento ed apprendimento delle ultime novità in tema di trapianto di rene. Si è svolto oggi al Palace Hotel un convegno che ha voluto fare il punto della situazione sul tema, con la partecipazione di alcuni tra i massimi esperti in campo nefrologico, immunologico e chirurgico.
Dalla storia ai progressi ottenuti fino alle tecniche più innovative e alle speranze future.
A Varese la storia del trapianto renale nasce nel 1996, e in questi 22 anni il centro è cresciuto fino a diventare un punto di riferimento per la nefrologia in Lombardia. E il traguardo dei 1000 trapianti è ormai ad un passo.

BUSTO ARSIZIO INCENDIO ABITAZIONE

Questa mattina alle ore 5 i Vigili del Fuoco del distaccamento di Busto/Gallarate sono intervenuti nel comune di Busto Arsizio in via Cinque Giornate per incendio abitazione. Per cause ancora in fase di accertamento un’abitazione di tre piani è stata interessata da un incendio: le fiamme hanno distrutto l’ultimo piano e la copertura. I Vigili del Fuoco, intervenuti con un’autopompa, un’autoscala e un’autobotte hanno spento il rogo e messo in sicurezza l’area. Lo stabile è stato dichiarato inagibile.

BUSTO A. POLIZIA CONTRO LO SPACCIO

Un’altra postazione dedicata allo “spaccio nei boschi” è stata scoperta e smantellata dagli agenti del Commissariato della Polizia di Stato di Busto Arsizio, che hanno sequestrato oltre mezzo chilo-grammo di hascisc e dosi di eroina e cocaina abbandonate dai pushers in fuga e sorpreso due acquirenti. Ieri, verso le 14.00 circa, una Volante ha deciso di effettuare un blitz in una zona boschiva di via Gerenzano a Castellanza, di fronte al “Museo Pagani”, dove negli ultimi tempi gli agenti hanno notato un certo via vai di tossicodipendenti. L’irruzione nella boscaglia dei poliziotti ha provocato la fuga, favorita dalla fitta vegetazione e da un dispositivo di “vedetta” predisposto dai malfattori, di due spacciatori dai tratti nordafricani che sono riusciti a dileguarsi scavalcando una recinzione. Nel posto in cui i due erano attestati, gli agenti hanno però recuperato oltre mezzo chilo di hascisc, un bilancino elettronico e sacchetti di cellophane utilizzati per confezionare le dosi da vendere ai clienti. Due di questi, entrambi residenti in comuni piemontesi, sono stati bloccati nelle vicinanze e perquisiti: uno, in possesso di circa 5 grammi di hascisc e di dosi di cocaina ed eroina acquistate per uso personale, è stato segnalato alla Prefettura e nei suoi confronti è stato emesso il provvedimento del divieto di ritorno a Castellanza per tre anni. L’altro invece custodiva nello zaino una tenaglia, verosimilmente utilizzata per commettere furti, ed è stato quindi denunciato per possesso di arnesi atti allo scasso, sono in corso indagini per identificare i due spacciatori.

VARESE GDF HA CELEBRATO SAN MATTEO

Nella mattinata odierna è stata celebrata, presso la Basilica di Sant’Antonio da Padova della Brunella, una funzione religiosa in onore di San Matteo, il Santo Patrono della Guardia di Finanza l’evangelista da pubblicano addetto alla
riscossione dei tributi dell’impero romano, abbandonò la sua funzione per diventare Apostolo di Gesù.
La Santa Messa è stata officiata dal Vicario Episcopale di Varese Don Giuseppe Vegezzi.
Alla funzione religiosa erano presenti le massime Autorità civili, giudiziarie e militari della provincia. Inoltre, hanno partecipato alla cerimonia gli Ufficiali, i Comandanti dei Reparti della Guardia di Finanza della provincia di Varese,
nonché una folta rappresentanza di militari delle Fiamme Gialle.
Come di consueto, era presente una nutrita delegazione dell’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia delle sezioni di Varese, Gallarate, Busto Arsizio, Luino e Saronno.
L’omelia ha rappresentato un importante momento di meditazione per le Fiamme Gialle varesine ed i loro familiari.
Il Comandante Provinciale, Generale di Brigata Marco Lainati, al termine della cerimonia, dopo aver ringraziato gli intervenuti, per la loro significativa presenza, ha sottolineato la vocazione del Corpo alla tutela della legalità economico-finanziaria e alla difesa dei cittadini.

GAVIRATE: AUTO CONTRO SCOOTER: MUORE UOMO

Ancora una tragedia questa mattina sulla Strada Provinciale 1 all’altezza di Voltorre di Gavirate.
Un uomo di 41 anni in sella ad uno scooter è deceduto in seguito alla ferite riportate per lo scontro con un’auto.
E’ accaduto all’altezza di via Monterosa, a Voltorre, pochi minuti prima delle 7.
I soccorritori del 118 sul posto auto medica e ambulanza hanno praticato il massaggio cardiaco all’uomo per diverso tempo, poi è stato caricato in Ambulanza, ma l’uomo è spirato all’arrivo in Ospedale.
Si tratta di Christian Tiziani di 41 anni di Cardano Al campo, che si stava recando al lavoro a Bardello.
L’altro uomo è un 56 enne di Travedona Monate.
Sul posto sono intervenuti i Carabinieri, i vigili del fuoco e la polizia locale.
I rilievi sono stati affidati agli uomini dell’arma, che hanno anche sentito diversi testimoni: non si esclude che sia stata una manovra azzardata dell’auto a provocare l’impatto.
Immettendosi sulla provinciale 1 da via Monterosa non avrebbe visto l’honda dell’uomo, che a qual punto non ha potuto evitare l’impatto.

VARESE RUBA LIQUORI AL RISTORANTE: PRESO

Aveva rubato in un noto ristorante nel centro di Varese alcolici e generi alimentari per un totale di circa tremila euro.
La refurtiva era conservata nei magazzini del locale.
Il titolare ha fatto immediata denuncia ai carabinieri che hanno visionato le telecamere a circuito interno e hanno riconosciuto l’autore del reato.
Si tratta di un giovane di 28 anni di Laveno Mombello, già noto per reati simili, che è stato rintracciato a casa dei genitori a Gavirate.
E’ scattata la perquisizione a casa sua dove i militari hanno ritrovato altra refurtiva asportata da vari esercizi commerciali di Gavirate.

FILIPPO SOCIO “SPECIALE” DELL’ANC

Filippo è un ragazzo “speciale”, con il sogno di far parte dell’Arma dei Carabinieri.
Prima dell’estate, nel corso di una visita presso il Comando Stazione Carabinieri di Arcisate (VA) durante la quale, invitato dal Comandante di Stazione, Mar. Magg. Gaspare Amoroso, si era intrattenuto a pranzo in caserma con il Comandante ed i militari della Stazione, ha incontrato il Comandante del Reparto Operativo dei Carabinieri di Varese, Ten. Col. Federico Ninni, al quale ha rivelato questo suo desiderio, pur ammettendo di essere cosciente di non riunire i requisiti necessari. Nella circostanza l’Ufficiale ha promesso al ragazzo che avrebbe trovato un modo per farlo entrare a far parte della prestigiosa famiglia alla quale ambiva.
Da ieri, con una cerimonia che si è svolta presso il Comando Provinciale Carabinieri di Varese, alla presenza del Comandante Provinciale, Col. Claudio Cappello, di una rappresentanza degli ufficiali della sede e della Stazione Carabinieri di Arcisate, il Presidente della Sezione dell’ANC di Varese, Ten. Roberto Leonardi, accompagnato dal segretario della Sezione del Capoluogo di Provincia, Brig. Gaetano Cometa, lo ha formalmente nominato “socio simpatizzante”, consegnando nelle sue mani copia del tesserino dell’Associazione Nazionale Carabinieri.
L’entusiasmo coinvolgente ed il senso dello “Stato” con il quale Filippo, accompagnato da sua mamma, ha ringraziato il Col. Cappello ed il Ten. Leonardi per avergli voluto attribuire tale carica in seno all’Associazione Nazionale Carabinieri di Varese, è stata nuova linfa per i militari in servizio e per il personale dell’ANC, questi ultimi in particolare arricchiti dalla certezza di avere “arruolato” tra i propri ranghi un nuovo prezioso elemento “speciale”.

GALLARATE INCIDENTE SUL LAVORO:GRAVE OPERAIO

Questa mattina alle ore 10 si è verificato un grave infortunio sul lavoro in un cantiere edile in via Gramsci a Gallarate.
Per cause in fase di accertamento l’operaio è rimasto ferito al capo.
Sul posto sono intervenute un’ambulanza e un’automedica per soccorrere il lavoratore, 48enne, trasportato poi in ospedale a Legnano in codice rosso.
I vigili del fuoco intervenuti con un’autopompa hanno messo in sicurezza l’area e stanno collaborato con carabinieri e Ats Insubria per accettare la dinamica dell’evento.