Archivio febbraio 2018

VARESE ARRIVA IL VIGILE DI QUARTIERE

La Polizia Locale di Varese incrementerà le pattuglie della vigilanza di quartiere. La novità è stata presentata oggi a Palazzo Estense da sindaco, vicesindaco e comandante della Polizia Locale.
La città è stata divisa in 5 macroaree principali: in ogni rione sarà presente una pattuglia sia al mattino che al pomeriggio. Nelle zone di Viale Borri e Bizzozero e stazioni e Valle Olona le pattuglie saranno 2. L’obiettivo è garantire una maggior presenza anche nelle zone periferiche della città.
Nel servizio saranno coinvolti un ufficiale e 16 agenti suddivisi in 8 pattuglie.

VARESE IL SOFFITTO DI CRISTALLO

Un “soffitto di cristallo” difficile da frantumare. È la metafora che ben descrive la disparità di genere in ambito professionale, dove le differenze tra uomini e donne sono ancora molto forti in tanti Paesi, Italia compresa.
Se ne parlerà in un incontro organizzato dal Comune di Varese, che si svolgerà venerdì 2 marzo a partire dalle 9 presso l’Auditorium dell’Istituto Daverio Casula di Via Bertolone 13.

VARESE CREATTIVAMENTE: L’OPEN DAY

Prende il via Creattivamente, iniziativa elaborata da Le Rughe – Alzheimer Varese e da Re Mida in collaborazione con la Provincia di Varese.
Il progetto è finalizzato al benessere delle persone affette da malattie degenerative e disturbi della memoria e si svilupperà tramite una serie di incontri che coinvolgeranno sia i soggetti con demenza che i loro familiari.
Tutte le attività prevedono l’utilizzo di materiali di riciclo del centro Re Mida e sono rivolte ai soggetti non ospedalizzati. I laboratori si terranno al Chiostro di Voltorre. L’avvio ufficiale del progetto sarà questo sabato 3 marzo, in occasione dell’Open Day che si svolgerà proprio al Chiostro dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 16.

VARESE CORSI ITS: BILANCIO POSITIVO

299 ragazzi tra i 19 e i 21 anni: è questo il numero degli iscritti ai corsi ITS e IFTS attivati in provincia di Varese.
Un bilancio più che positivo, ha spiegato oggi il consigliere provinciale a istruzione e formazione Paolo Bertocchi, illustrando i dati dell’attività per l’anno scolastico 2017/2018.
14 in totale i corsi, che si svolgono presso diverse fondazioni con sede a Varese, Busto Arsizio e Somma Lombardo.
Si tratta di percorsi post-diploma di alta specializzazione, in ambiti diversi ma tutti orientati sull’innovazione.
Al termine dei corsi i ragazzi ottengono il diploma tecnico superiore, con ottime percentuali di inserimento in ambito lavorativo.

VARESE 30 ANNI DI PREMIO CHIARA

Il Premio Chiara compie 30 anni. Un importante anniversario per la rassegna letteraria varesina di cui sono state svelate oggi le novità per l’edizione 2018.
Innanzitutto ci sarà un nuovo concorso, dedicato al videomaking, aperto a tutti, professionisti e non, italiani e svizzeri, senza limiti di età. I partecipanti dovranno realizzare un video della durata massima di 5 minuti sul tema “La provincia specchio del mondo”.
Per quanto riguarda invece il Premio Chiara Giovani l’argomento intorno a cui ruoteranno i racconti sarà “La mia frontiera”.
Confermate poi nelle formule, con alcune novità nella composizione delle giurie, il Premio Chiara editi, il premio inediti e il premio fotografico Riccardo Prina.

VARESE LA CULTURA DELLA LEGALITÀ

Una mattinata dedicata alla cultura della legalità. Il Cinema Vela ha ospitato oggi l’assemblea degli studenti del Liceo Scientifico di Varese, promossa in collaborazione con il Centro Internazionale Insubrico e il Progetto Giovani Pensatori, Laboratorio Legalità come prassi.
Tre i relatori intervenuti dal palco: Adriano Patti, magistrato della Corte di Cassazione; Dante Benzi, dottore commercialista; Nicola Clemenza, insegnante, imprenditore agricolo e presidente dell’Associazione Antiracket Libero Futuro di Castelvetrano.

VARESE BUSTA CON PROIETTILE ALLA LEGA

Una busta contenente un proiettile è stata consegnata nei giorni scorsi alla sede storica della Lega di Varese, in piazza Podestà. Ad accorgersi per primo della lettera sospetta è stato il segretario cittadino Carlo Piatti nella serata di mercoledì. Notando la presenza di un oggetto di forma cilindrica Piatti non ha aperto la missiva e si è subito recato dai Carabinieri. E all’interno, come hanno accertato i militari, c’era proprio un proiettile.
Non è la prima volta che la sede varesina della Lega riceve minacce di questo tipo: a giugno era stata recapitata una busta contenente tre bossoli. Ma da questi episodi – commenta Piatti – non ci lasciamo spaventare.

VARESE CALENDA: INNOVAZIONE E CULTURA

L’Italia sa interpretare l’innovazione con lo spirito umanistico: la cultura farà la differenza. Con queste parole il ministro dello sviluppo economico Carlo Calenda ha delineato oggi da Varese la linea da seguire per accogliere la sfida dell’innovazione tecnologica. Proprio a questo tema era dedicata la giornata, dal titolo “Industria 4.0, 2018-2028 quale futuro”, che si è svolta al Teatro Santuccio, a cui hanno partecipato gli studenti varesini e i rappresentanti del mondo produttivo. Nel corso della mattinata si sono susseguiti gli interventi delle associazioni di categoria e del mondo dell’università e della scuola. Spunti che il ministro Calenda ha sviluppato nel suo intervento, indicando le priorità per il Paese. La tecnologia, ha detto, va gestita, bisogna incentivare gli investimenti in tecnologia e capitale umano.

VARESE CISL: CONVEGNO SU RIFORMA SANITARIA

La Cisl dei Laghi ha organizzato per venerdì 23 Febbraio un incontro dal titolo “L’ATS dell’Insubria e l’applicazione della riforma sanitaria”. Interverranno i componenti del comitato di rappresentanza di ATS Samuele Astuti e Paolo Furgoni, Marco Contessa della FP Cisl dei Laghi, Danilo Mazzacane segretario regionale Cisl Medici, Giovanni Pedrinelli, segretario generale FNP Cisl dei Laghi e Adria Bartolich, segretario generale Cisl dei Laghi. L’incontro avrà inizio alle ore 14.30 al Palace Hotel.

VARESE TURISMO: DALL’IMPOSTA AGLI EVENTI

Si è riunito a Varese il primo tavolo di lavoro dell’Osservatorio Turistico Comunale: un incontro che si è aperto con la sottoscrizione dell’accordo tra Camera di Commercio e Comune di Varese, con le firme del presidente Fabio Lunghi e del sindaco Davide Galimberti.
Quindi spazio al primo importante argomento, ovvero la destinazione del gettito della nuova imposta di soggiorno introdotta dal Comune. Il ricavato dell’imposta andrà a supporto esclusivo delle iniziative di valorizzazione turistica. «L’obiettivo – ha detto Lunghi – è che l’imposta di soggiorno possa risultare un effettivo strumento di promozione delle principali iniziative di carattere turistico collegate ad attività culturali, sportive e congressuali, con la loro capacità di generare ricadute positive sul sistema economico.