Archivio 25 luglio 2017

Jerago con Orago 30 anni all’omicida di Claudio Silvestri

Il 21enne ivoriano Emmanuel Diakoure, processato con rito abbreviato per l’omicidio di Claudio Silvestri, è stato condannato a 30 anni di carcere.
L’ivoriano, il 5 agosto dell’anno scorso, aveva incontrato Silvestri nella zona della stazione ferroviaria di Gallarate e, secondo la ricostruzione degli inquirenti, dopo aver accettato l’invito a trascorrere il resto della serata a casa dell’italiano, Djakoure lo aveva ucciso ed era fuggito dall’abitazione di Jerago con abiti, monili e gioielli.
Il gup Nicoletta Guerrero del Tribunale di Busto Arsizio ha diminuito quella che era stata la richiesta di ergastolo avanzata dal Pm Nadia Calcaterra.
A margine della sentenza il difensore dell’imputato, ha anticipato il ricorso in appello per il suo assistito che ha ammesso i fatti e si è detto pentito di quello che ha fatto”.
Mentre il giudice leggeva la sentenza, la madre della vittima ha urlato in aula “sei un bastardo”.

Travedona MONATE: INCIDENTE STRADALE

Oggi alle ore 14;00 i vigili del fuoco del distaccamento di Ispra, sono intervenuti nel comune di Travedona Monate sulla SP 32 , per un incidente stradale.
Per cause ancora in fase di accertamento il conducente di un’autovettura, un ragazzo di 20 anni ha perso il controllo del veicolo ribaltandosi sulla sede stradale.
I vigili del fuoco intervenuti con un’autopompa, hanno messo in sicurezza l’automezzo e collaborato con il personale sanitario per soccorrere il ferito, ricoverato in Ospedale in codice verde.

……..

VARESE MOLINA: 4 MILIONI DI INVESTIMENTI

4 milioni di euro di investimenti, di cui 2 garantiti dalla Fondazione e 2 finanziati con fund raising e crowd sourcing.
La Fondazione Molina ha presentato oggi alla stampa il Piano di attività 2017-2020. L’obiettivo principale è la valorizzazione del patrimonio della Fondazione.
Il piano prevede la realizzazione del Progetto AC3, Arte e cultura nella terza età. Si partirà nel 2018 con Metropolis, un abbellimento degli spazi esterni. Previsti poi l’ampliamento dell’offerta, l’ammodernamento delle strutture e delle attrezzature e la valorizzazione dell’ex centrale termica che diventerà un laboratorio, area di scambio culturale con la città.
Un altro progetto che riguarderà la cittadinanza è quello relativo al Politeama, che diventerà un Multi Art Centre, per iniziative culturali, spettacoli e mostre.
E in collaborazione con la Fondazione Gualtiero Marchesi verrà realizzata “La casa del cuoco”: uno spazio dove i cuochi a fine carriera potranno essere assistiti nei loro bisogni e al contempo insegnare l’esperienza di una vita ai più giovani.

BUSTO ARSIZIO: UYBA Beach Arena Cup – Torneo 12 ore

E’ tutto pronto sulla sabbia del Palayamamay per la prima edizione della UYBA Beach Arena Cup, torneo 12 ore di beach volley misto 4×4. Grande il successo già prima di cominciare: l’organizzazione ha dovuto allargare le partecipazioni, da 12 squadre previste, a 14. Si parte domenica 30 luglio alle 9.30, fino alle 22. Sport, ma non solo: animazione, giochi aperitivo, calcetto balilla, musica da mattina a sera con DJ set, drink and food fin dalla colazione fino al dopo cena con carne alla griglia e panini. In serata concerto degli “Effetto Liga”, super band tributo a Luciano Ligabue.

La formula:
2 gironi da 7 all’italiana tutti contro tutti: partite su due set a tempo di 9 minuti l’uno.
Le prime 4 di ogni girone accedono ai quarti di finale: da qui partite di 2 set su 3 al 15.

Previste finali anche per il 13o, 11o, 9o posto.
Conclusione con le finali per il 3° posto e 1° posto.

Ingresso gratuito per tutti da viale Gabardi!

MILANO: OPERAZIONE “OIL SPILL” LA GDF SEQUESTRA 3 MILA TONNELLATE DI RIFIUTI SPECIALI

I Finanzieri della Compagnia di Gorgonzola hanno sequestrato oltre 3 mila tonnellate di rifiuti liquidi speciali e scoperto più di 21 mila tonnellate di prodotti consumati in frode per un valore di 5 milioni e mezzo di Euro. Otto persone sono state denunciate all’Autorità Giudiziaria.
L’indagine, che ha portato a bloccare un gruppo criminale operante sull’intero territorio nazionale, con importanti ramificazioni in Lombardia e Toscana, è stata coordinata dalla Procura della Repubblica di Milano.
I rifiuti speciali erano derivanti dagli olii di sentina prodotti dalla pulizia e dallo scarico di unità navali, che circolavano grazie a documenti di trasporto irregolari emessi da una società di Livorno, operante nel settore dei servizi per l’ambiente.
Il prodotto, infatti, non completava il ciclo di lavorazione (solo al termine del quale avrebbe potuto essere assimilato ad olio combustibile e assoggettato ad imposta), ma veniva posto in commercio pur non avendo ancora perso la sua classifica di rifiuto pericoloso.
Il prodotto veniva poi miscelato in un deposito in provincia di Milano con altri prodotti energetici e poi immesso in consumo, per usi civili e industriali, a prezzi
inferiori rispetto a quelli previsti per gli oli minerali, violando così le regole concorrenziali di mercato ed all’insaputa dei consumatori finali.
Gli accertamenti dei Finanzieri hanno così consentito di ricostruire il sistema di frode ai danni della Stato e dei cittadini, grazie al quale i responsabili, mediante la costituzione ad hoc di società di capitali con sede a Milano, erano riusciti a spartirsi i profitti accumulati.