Archivio maggio 2017

VARESE SABATO SERA A PIEDI IN CENTRO

Sabato sera a Varese le vie Sacco e Robbioni saranno pedonalizzate dalle 19.30 fino a dopo la mezzanotte. Lo ha deciso il Comune in occasione dei numerosi eventi organizzati questo weekend. Sabato 27 e domenica 28 maggio è in programma infatti la “Cult City Open Night”, iniziativa regionale con concerti, reading, spettacoli, visite guidate, aperture straordinarie di musei, teatri e negozi. Alle 21 i Giardini Estensi saranno il teatro di un concerto di Antonella Ruggiero. Resteranno aperti per tutta la sera i negozi della Via Sacco e lo spazio artistico di via Robbioni.

VARESE ESCE IL NUOVO LIBRO DI SPARTÀ

È in uscita in libreria nei primi giorni di giugno “Dimmi perché parti”, il nuovo libro del giornalista varesino Gianni Spartà. Reduce dal successo di “Mister Ignis”, da cui è stata tratta una fiction televisiva, Spartà propone questa volta un diario di viaggio in cui porta il lettore in giro per il mondo con mezzi che permettono un contatto con la natura, con il territorio e con le persone. Spartà entra anche nel merito della storia dei luoghi battuti raccontando i suoi incontri con persone comuni e con personaggi più noti cogliendone la grande umanità.

OGGIONA SANTO STEFANO IL TERRE-MOTO TOUR PER NORCIA

Al Rifugio Carabelli di Oggiona Santo Stefano si svolgerà questa domenica “Terre-Moto Tour”, una festa di beneficenza per raccogliere fondi a favore della popolazione di Norcia. L’evento prenderà il via all’orario di pranzo e si concluderà a mezzanotte, con stand gastronomico, musica, esibizioni e motori. Verrà presentato nell’occasione il progetto “Terre-moto Tour”, un viaggio in Vespa che alcuni varesini compieranno quest’estate per raggiungere proprio Norcia. I fondi raccolti andranno a sostenere un progetto promosso da Legambiente per aiutare i giovani imprenditori del Centro Italia a far ripartire le proprie aziende danneggiate dal sisma.

VARESE PROVINCIA: OK A RINEGOZIAZIONE MUTUI

Un consiglio provinciale breve ma importante per il futuro dell’ente di Villa Recalcati. Ieri l’assemblea provinciale si è riunita per discutere un unico punto all’ordine del giorno, la rinegoziazione dei mutui. “La Cassa depositi e prestiti offre la possibilità di rinegoziazione dei mutui in essere” – ha spiegato il Consigliere provinciale al Bilancio Giuseppe Licata. L’obiettivo dell’operazione è liberare quante più risorse possibile per poi reinvestire i soldi risparmiati sui servizi ai cittadini. Ad oggi la Provincia di Varese ha acceso 232 finanziamenti per un totale di 240 milioni di euro. Verranno ora rinegoziati 204 finanziamenti per un totale di 116 milioni di euro, che daranno un risparmio sul 2017 di circa 6 milioni di euro. La rinegoziazione è passata con il voto a favore della maggioranza. Si sono astenute invece le opposizioni.

VARESE STRAGE CAPACI: IL RICORDO E L’IMPEGNO

Il 23 maggio del 1992 venne scritta una delle pagine più buie della storia italiana. A Capaci persero la vita in un attentato mafioso il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli agenti della scorta Antonio Montinaro, Rocco Dicillo e Vito Schifani. Oggi ricorre il 25° anniversario della strage e un gruppo di associazioni varesine ha voluto presentare una campagna che vuole sensibilizzare la popolazione sui temi della legalità e della lotta alle mafie. Anpi, Arci, Cgil e Libera intendono organizzare uno spettacolo teatrale dal titolo “Bum ha i piedi bruciati”, dedicato proprio alle vicende del 23 maggio. Lo spettacolo andrà in scena ad ottobre al Teatro Nuovo e verrà finanziato con una campagna di crowdfunding: chi parteciperà potrà comprare in anticipo il biglietto per assistere alla rappresentazione.

LONATE POZZOLO ARRESTATO IL SINDACO, ALTRI 8 INDAGATI

Bufera a Lonate Pozzolo. Il sindaco Danilo Rivolta è finito in carcere, il fratello Fulvio ai domiciliari, la compagna Orietta Liccati (assessore a Gallarate ed ex dirigente all’urbanistica di Lonate) ha l’obbligo di firma e altre 6 persone sono indagate a vario titolo.
Secondo la Procura di Busto Arsizio era stato creato ad arte un sistema corruttivo che girava attorno allo studio di progettazione dei due fratelli.
Chi non si piegava veniva allontanato.
Gestivano Lonate Pozzolo come un affare di famiglia: questo è emerso dall’inchiesta della procura di Busto Arsizio.
Grazie allo studio di architettura del fratello, che il sindaco di fatto amministrava, in spregio a qualunque regola sul conflitto di interessi, si determinava la buona riuscita o meno di pratiche edilizie.
Se il privato si affidava a loro, con una maggiorazione nella parcella potevano ottenere il risultato sperato.
Le corruzioni riguardavano anche terreni che da agricoli diventavano magicamente edificabili.
Oppure quella del titolare di un parcheggio di Malpensa che elargiva al sindaco ogni tipo di utilità per averlo così a disposizione per qualunque esigenza.
Per gestire al meglio il sistema corruttivo il sindaco trovava appoggi all’interno degli uffici comunali e si liberava da tutti quelli che hanno mostrato la schiena diritta: in primis la comandante della polizia locale di Lonate e due commissari che si erano ribellati alla pressione del sindaco e anche la responsabile unica di alcune pratiche edilizie che era poco accondiscendente.
Numerose anche le perquisizioni eseguite nelle abitazioni e negli uffici degli indagati e anche a casa del professionista che ha ricevuto l’incarico di redigere il Piano di Governo del Territorio, che però non è indagato.
Complessivamente le tangenti ammontano a 110mila euro, sequestrati agli arrestati in via preventiva.

VARESE TORNA LO STREET FOOD

Lo street food torna a Varese. Questo fine settimana, da venerdì 19 a domenica 21, Piazza Repubblica si animerà dei più diversi profumi dall’Italia e dal mondo. Lo “Urban & Lake Street Food Festival” metterà infatti in vetrina le specialità di oltre 20 food truck, veri e propri ristoranti su ruote che offrono cucina di tutti i tipi, dai sapori tradizionali alle proposte gourmet. L’ennesima conferma del successo del cibo di strada che continua ad attirare sempre più appassionati. Venerdì gli stand saranno aperti dalle 18 alle 24, Sabato dalle 11 alle 24 e Domenica dalle 11 alle 23. Oltre al cibo ci sarà spazio anche per l’intrattenimento musicale, in collaborazione con Twiggy Cafè, e per lo sport con un contest allo skatepark.

VARESE LA STANZA DELLA PIZZA IN OSPEDALE

Il nuovo Ospedale Del Ponte inaugurato settimana scorsa è caratterizzato da una grande esplosione di colori. Ogni camera di degenza è decorata da disegni a tema, che rappresentano le realtà che hanno voluto contribuire alla realizzazione del nuovo ospedale della mamma e del bambino. Tra queste c’è anche l’Associazione Pizzaioli Varesini, che ha sostenuto i costi dell’arredamento della stanza dedicata alla pizza. Il presidente dell’associazione Leone Coppola e tutti i pizzaioli che hanno contribuito al progetto hanno visitato oggi la struttura, accompagnati dal Ponte del Sorriso.
Ma l’impegno dei pizzaioli non si ferma qui: una volta al mese Leone e i suoi colleghi saranno presenti in ospedale per realizzare un laboratorio di pizza insieme ai piccoli pazienti.

VARESE LA CHIAVE È LA SEMPLIFICAZIONE

Due giorni di congresso per analizzare gli ultimi interventi di riforma della pubblica amministrazione. A Ville Ponti è iniziata oggi la “1^ rassegna di diritto pubblico dell’economia”, organizzata da UPEL Varese, che per l’occasione ha invitato importanti relatori, chiamati ad illustrare le prospettive del nuovo impianto normativo ai rappresentanti degli enti locali. La chiave per lo sviluppo è la semplificazione, con l’obietivo di creare modelli più veloci e trasparenti, nell’ottica di una più attenta e corretta gestione delle risorse pubbliche. La prima sessione di questa mattina, presieduta dal presidente della Corte dei Conti Arturo Martucci di Scarfizzi, ha analizzato la gestione delle partecipazioni societarie. Nel pomeriggio si è parlato di come semplificare e accelerare l’azione amministrativa, con strumenti come SCIA, SCIA edilizia e silenzio assenso.

VARESE IL MONDO CATTOLICO SCRIVE ALLA CITTÀ

Una lettera alla città che costituisce una manifestazione di intenti e la voglia di contribuire alla vita sociale di Varese. La missiva è stata scritta dalle comunità cristiane di Varese nelle loro varie componenti: parrocchie, associazioni e movimenti. Oggi è stata consegnata al sindaco Davide Galimberti che ha accolto positivamente le riflessioni contenute nel testo. Sono tre in particolare le sfide delineate: il lavoro, la sfida educativa come opportunità per il dialogo tra le generazioni, e quindi l’accoglienza dell’altro. Questi temi saranno al centro di un incontro che si terrà venerdì 19 maggio alle 21 all’Università dell’Insubria in Via Ravasi.
L’obiettivo è offrire contenuti per avviare percorsi di dialogo e di impegno per il bene della città.